sabato 24 settembre 2011

“IN-SITUAZIONE... NELL’UNITÀ D'ITALIA” - 7a Giornata del Contemporaneo






Immagine 2011 di Giulio Paolini





“In-Situazione… nell’Unità d’Italia” 


Lo dice il titolo, per sottolineare un rapporto, tra un gruppo di artisti che vivono e lavorano in due Regioni confinanti: la Basilicata e la Campania, per una sorta di “messa a punto” sulla propria attività, caratterizzata dalla interdisciplinarietà dei mezzi espressivi, nei 150 anni di unità nazionale.

Artisti:
Alfonso Caccavale, Anna Colmayer, Alfonso Mangone, Angelo Riviello, Arcangel
o Moles, Bernardo Pagliaro, Dario Carmentano, Domenico Pianese, ElleplusElle, Peppe Esposito, Pino Lauria, Peter & Barbla Fraefel, Rocco Sciaudone, Salvatore Vargas.


Artisti ospiti: i Santini Del Prete.


Azione tricolore nella riedizione del 1988, quando per la prima volta le acque della "Chiena" si colorarono della bandiera italiana: "Bianco, Rosso, Verde...L'Italia è una Repubblica fondata..."di Angelo Riviello.


“SPAZIO UTOPIA contemporary art” – Associazione Culturale no profit
Via Carmine Cesarano
Campagna (Salerno), Italy

Dall'8 ottobre all'1 novembre 2011. (Sabato 8 ottobre 2011:
deviazione Chiena: 14.30 –
inaugurazione mostra: 18.30). Mostra visitabile su richiesta (cell. 3925308870). Prosieguo mostra fino al 30 novembre.

Evento collaterale: La “Chiena… nei 150 anni di unità nazionale”. Si tratta di una breve deviazione delle acque del fiume Tenza nel suo luogo deputato: Piazza Melchiorre Guerriero, la piazza principale nel centro storico della città di Campagna (Salerno).L’acqua scenderà direttamente dalla "Fontana" di Angelo Riviello, riversandosi nella piazza, realizzata con reperti in pietra del dopo-sisma del 1980 (edizioni della Rassegna 1982 e 1994). Inoltre nel fiume Tenza, di fronte al primo livello di Spazio Utopia, sarà possibile ammirare anche l’installazione scultorea (permanente) in ferro di Peter Fraefel: “Il Pesce-Lupo”dell'edizione 2006 Rassegna dell'Acqua e il "Buon Diavolo" di Antonio Pierro dell'edizione 1987 – sez. laboratorio (Ambiente come Scultura).

Per informazioni: tel.3925308870
http://www.amaci.org/g_d_c_eventi.asp?RegId=4&ProvId=81

GIORNATA DEL CONTEMPORANEO

8 OTTOBRE 2011


Promossa da
amaci

Associazione dei Musei d’Arte
Contemporanea Italiani

Con il sostegno di

Direzione generale per il paesaggio, le belle arti, l'architettura e l'arte contemporanea - Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Con l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica



Con il patrocinio del Comune di Campagna






Alfonso Caccavale, "Fiori d'Italia"

Anna Colmayer, "Senza Titolo"

Alfonso Mangone, "Campagna-La Chiena nel 1994"

Angelo Riviello, "Il marchio del cranio di Lombrosiana memoria"

Arcangelo Moles, "War is over?"

Bernardo Pagliaro, "American flour"

Dario Carmentano, "Senza Fine"

Domenico Pianese, "Inno alla durata"

ElleplusElle (Carmen Laurino e Massimo Lovisco), " I.D.#1"

Peppe Esposito, "Italian Job"

Pino Lauria, "Portrait"

Peter & Barbla Fraefel, "Senza Titolo"

Rocco Sciaudone, "Hotel TV"

Salvatore Vargas, "Meeting Point"
 I Santini Del Prete, "Dal mare in campagna per Angelo"


">

lunedì 8 agosto 2011

Padiglione Italia Campania - Dal 23 settembre mostra LO STATO DELL'ARTE, REGIONE CAMPANIA - PADIGLIONE ITALIA - Pontecagnano Faiano (SA)

Dal 23 settembre mostra LO STATO DELL'ARTE, REGIONE CAMPANIA - PADIGLIONE ITALIA - Ex Tabacchificio Centola, Pontecagnano Faiano (SA)



Ernesto Sica, Sindaco di Pontecagnano Faiano, e Vittorio Sgarbi, curatore del Padiglione Italia alla 54. Esposizione Internazionale d'Arte della Biennale di Venezia, celebreranno il centenario dell'Anniversario della Città di Pontecagnano Faiano, unitamente al 150° anniversario dell'Unità d'Italia, con un'iniziativa speciale promossa dal Padiglione Italia: a documentare "Lo Stato dell'Arte" della Regione Campania decine di artisti verranno ospitati nella centralissima area dell'Ex Tabacchificio Centola, pregevole esempio di archeologia industriale della città di Pontecagnano Faiano. «In considerazione dei disagi della Città di Napoli - dice Sgarbi - e della assoluta distanza della Regione Campania, la sede dell'iniziativa del Padiglione Italia in Campania è stata stabilita nell'ex Tabacchificio Centola a Pontecagnano Faiano. La rinascita dell'arte in Campania merita di essere documentata in maniera ampia e persuasiva, e dopo le proposte ideologiche del Museo Madre ora, grazie a Pontecagnano Faiano (e al Museo Cam di Casoria con l'iniziativa Speciale "Campania Senses") si potrà avere una rappresentazione veridica dello stato dell'arte in una Regione tra le più difficili e creative».
«Un grande evento, la Città sarà mobilitata - aggiunge il Sindaco Sica - i miei concittadini accompagneranno al meglio l'iniziativa, garantendo quell'ampia dose di entusiasmo, tipica della Città di Pontecagnano Faiano. Siamo onorati e sin da ora ci impegnamo a sostenere un piano di iniziative ed interventi strutturali in grado di rendere unico questo appuntamento, per una Pontecagnano Faiano "Villaggio dell'Arte"».
In una conferenza stampa che si terrà a inizio settembre, il curatore Vittorio Sgarbi e il Sindaco Ernesto Sica illustreranno il ricco programma di eventi e manifestazioni che accompagneranno l'esposizione.

"LO STATO DELL'ARTE"
REGIONE CAMPANIA

Iniziativa promossa da
PADIGLIONE ITALIA
ALLA 54. ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE D'ARTE DELLA BIENNALE DI VENEZIA PER IL 150° DELL'UNITA' D'ITALIA
a cura di VITTORIO SGARBI
dal 23 settembre 2011
Ex Tabacchificio Centola, Pontecagnano Faiano





giovedì 28 luglio 2011

Link sulla tragedia del 17 Settembre 1943 a Campagna, Piazza Cantalupo

http://it.wikipedia.org/wiki/Palazzo_di_Citt%C3%A0_(Campagna)
http://monesti.blog.tiscali.it/2007/09/09/



 Fu “carneficina orrenda”. Un centinaio di corpi “vennero proiettati all’intorno, dilaniati, e rimasero per più giorni senza sepoltura”. Il caldo particolarmente intenso diede “molto più pensiero ai superstiti”, perché le salme “cominciavano a disfarsi” ed imminente era l’insorgere di un’epidemia. Uno dei presenti all’accaduto, il dottore Carlo Mirra, ci ha riferito, in questi giorni, di un carro zeppo di cadaveri, che improvvisamente prese a correre lungo la discesa alberata, per andare a fermarsi, a forte velocità, nei locali dell’ex edicola Cubicciotti (Viruzza Fontana). I corpi inanimati, rimossi, dalle macerie, dalla spontanea pietà di “confinati” ebrei, prigionieri politici e persone animate da spirito di solidarietà umana, ad incominciare dal mai dimenticato Vescovo Giuseppe Maria Palatucci, furono accatastati, sia sul posto, sia a Largo Sant’Antonio, nei pressi del Monumento ai Caduti della Grande Guerra, e, con un fazzoletto sulla bocca, in sostituzione delle maschere, procedettero alla cremazione. A questi benefattori, soprattutto a quelli “senza nome” è andata la gratitudine delle famiglie delle vittime delle cittadine di Campagna, Eboli e Battipaglia. Pure da noi, da queste modeste pagine, “una particolare segnalazione a memoria dei posteri”.
Mario Onesti (”Il Saggio” - Settembre 2003, n. 90, pagg. 34-35)
Dal Blog di Mario Onesti, 9 settembre, 2007

sabato 16 luglio 2011

Rotary Club - LA CHIENA: L’ACQUA E’ VITA E GIOIA - L’Acqua è Arte - Storie di provincia, di ordinaria routine, tra omissioni e plagi

Il compianto Emilio D'Amato, autore non citato della foto in basso a sinistra
Emilio D'Amato, autore non citato della foto (part. del depliant). Il massimo 
che hanno saputo mettere (i tre storici del Rotary Club): FONTANA...e l'autore?

La definizione della 'Chiena' (part.ingrandito), le stesse parole tratte dal testo di Angelo Riviello
 senza citare la fonte, unitamente ai nomi di Mario Onesti e del compianto  Raffaele D'Ambrosio

Volantino  pubblico rivolto al Rotary Club distretto 2100 - Campagna Valle del Sele

LA CHIENA
L’ACQUA E’ VITA E GIOIA

Tutto è ricominciato con il ROTARY CLUB Distretto 2100 – Valle del Sele, nella data del 26 giugno c.a. quando sul depliant, a seguito di una Ricerca documentaria (lunga e faticosa?) a cura di un team di tre “storici” (sic!), con la collaborazione dell’Archivio di Stato di Salerno, è apparsa la dicitura testuale:

La Chiena
“La chiena, nel passato, era un modo economico e naturale per pulire le vie della città.Un banditore, incaricato dal sindaco, avvertiva la popolazione di ogni rione. La delibera storica che ufficializzava la chiena risale al 1889, anno nel quale fu restaurato il canale che captava le acque del fiume Tenza e rifatta la pavimentazione del Corso Umberto per far affluire più velocemente l’acqua”.

Dal sito del Comune di Campagna (la maggiore fonte di informazione dei tre storici) a firma di Angelo Riviello (Moscato) anno 2004 si legge: http://www.comune.campagna.sa.it/

Lo stesso si legge su un’altra fonte di informazione, dal blog dell’Associozione Utopia, dall’anno 2010:

La Chienaera un mezzo economico, naturale ed ecologico per pulire il corso principale della città: il salotto dei campagnesi. Si affiggeva un’ordinanza amministrativa, in cui il sindaco ordinava e avvisava la cittadinanza della pulizia del corso. La delibera storica che ufficializzava la Chiena (di antica origine imprecisata), è del 1889 (come rilevato da una ricerca di Mario Onesti, da un libro di Storia locale di Raffaele D’Ambrosio). Al tempo stesso, il sindaco dava incarico al banditore di avvisare ulteriormente tutto il resto della popolazione sita nei numerosi quartieri alti e bassi, del centro storico e antico della città. In quel 1889, fu restaurato il canale che captava le acque del fiume Tenza e finanche la pavimentazione del corso Umberto, per meglio far scivolare l’acqua, su progetto dell’ingegnere Antonino Pastore…”

P.S. dimenticando di citare i nomi di Mario Onesti, che riportò la notizia sul suo blog e del compianto Raffaele D’Ambriosio, nel suo libro di storia di Campagna, aggiornato sulla Chiena e la sua prima delibera ufficiale (1889) e il nome di Emilio D’Amato, autore di una delle due foto risalenti agli anni 60 (la Fontana di fronte alla caserma dei Carabinieri).

Morale della favola:

L’Acqua sarebbe ancora più Vita e Gioia, se si riconoscesse la Fonte (guarda caso, che bel nome: la FONTE) delle notizie prese! In Germania un ministro si è dimesso perché accusato di PLAGIO, per una tesi giovanile dove non aveva riportato le fonti bibliografiche. In Italia e a Campagna, da una falsa cultura di sinistra ad una falsa cultura di destra, in queste continue OMISSIONI e PLAGIO, nelle istituzioni e associazioni varie,

NON SI DIMETTE MAI NESSUNO!!!


NOI VI ACCUSIAMO DI PLAGIO!!!

Associazione Utopia 
con la maggioranza dei soci fondatori
dell’Associazione Giordano Bruno



Volantino  pubblico dedicato alla minoranza dei soci dell'Associazione "Giordano Bruno"

LA CHIENA

L’ACQUA E’ VITA E GIOIA
L’Acqua è Arte


 All’Associazione Giordano Bruno va fatto un elogio, che in un deserto culturale istituzionale

 FINALMENTE

è riuscita, dopo gli ultimi 16 anni di silenzio (dal 1995 ad oggi), a proporre, un’installazione sonora ad opera di un compositore contemporaneo, dimenticando però, in questa operazione, di citare un’altra fonte inerente ad un’idea progettuale del PROMOTORE dell’associazione stessa. Un’idea  progettuale che, dal 2006, fa parte degli obiettivi dell’Associazione Utopia (con il consenso del direttore artistico promotore nel 1988 dell’Associazione G. Bruno), la quale non è stata minimamente contattata, per dettare e concordare una linea comune. Eppure il presidente ha teso la mano più volte, ma a quanto pare senza risultati concreti, se non nella notte catartica di un anno fa, senza contattare nemmeno  la maggioranza degli altri soci fondatori di quell’anno 1988, quando di tasca propria pagarono il notaio dott.ssa Gammaldi  per l’Atto Costitutivo di Associazione. Soci, di cui una parte consistente, ancora attende un atto di responsabilità, nel far luce su alcuni aspetti “oscuri” (dal 1994), ancora oggi rimasti senza risposte, che non pochi danni, morali e materiali, individuali e collettivi, hanno arrecato alla comunità, alla persona e all’immagine stessa dell’Associazione Giordano Bruno e dei suoi componenti. Un’associazione che va rinnovata e ristrutturata radicalmente, nell’immagine e nella strategia, dagli stessi soci fondatori, per renderla più aperta alla partecipazione esterna di altri cittadini (motivati, si spera, soprattutto giovani, per dare nuova linfa agli obiettivi preposti), perché non è possibile che nella presidenza siede ancora una persona (anche se di tutto rispetto), da ben 16 anni, e cioè dall’anno 1995.

Associazione Utopia 
con la maggioranza dei soci fondatori
dell’Associazione Giordano Bruno







venerdì 24 giugno 2011

NIGHT ITALIA eventi: EXTRALIGHT

NIGHT ITALIA eventi: EXTRALIGHT: "MARCO FIORAMANTI in collaborazione con KYRAHM + JULIUS KAISER presenta MULTIMEDIA ART FESTIVAL EXTRALIGHT 'tribute to David M. Thompson..."


domenica 5 giugno 2011

Ai referendum di domenica 12 e lunedì 13 giugno vota SI per dire NO.

Ci stanno spogliando di tutto: della sanità, della cultura,. degli stipendi e pensioni, dei DIRITTI fondamentali del cittadino, per vivere e condividere una democrazia sana, civile, capace di guardare e progettare un futuro...in questa lunga crisi che ci accompagna da oltre un decennio...durata fin troppo ormai, ed ora ci vogliono anche regalare le centrali nucleari e privatizzare l'acqua pubblica?...Ma non siamo il Paese del sole per sfruttare energia alternativa naturale?? Ma non bastano già le acque minerali in mano alle multinazionali?? La dignità non si può comprare...NO!!!...ADESSO BASTA!!! per dire NO...bisogna votare su tutte le schede SI







Ai referendum di domenica 12 e lunedì 13 giugno vota SI per dire NO. 

1- Vota SI per dire NO AL NUCLEARE.

2 - Vota SI per dire NO ALLA PRIVATIZZAZIONE DELL'ACQUA.
http://www.repubblica.it/cronaca/2011/01/21/news/battaglia_acqua-11473779/

3 - Vota SI per dire NO AL LEGITTIMO IMPEDIMENTO. (Nel diritto processuale penale italiano, il legittimo impedimento è l'istituto che permette all'imputato, in alcuni casi, di giustificare la propria assenza in aula. In caso di assenza ingiustificata bisogna distinguere se si tratta della prima udienza o di una successiva. Nel caso di assenza in luogo della prima udienza il giudice, effettuate le operazioni riguardanti gli accertamenti relativi alla costituzione delle parti (di cui al 2° comma dell'art. 420), in caso di assenza non volontaria dell'imputato se ne dichiara la condizione di contumacia e il procedimento non subisce interruzioni. Se invece l'assenza riguarda una udienza successiva alla prima ed in quella l'imputato non è stato dichiarato contumace, questi è dichiarato semplicemente assente. E ancora, se nell'udienza successiva alla prima alla quale l'imputato non ha partecipato (per causa maggiore, caso fortuito o forza maggiore) questi può essere ora dichiarato contumace. CONTUMACIA:In diritto, la contumacia è propriamente la condizione di chi, pur avendo l'onere di costituirsi dinanzi al Foro che esamina un procedimento che lo riguarda, omette di farlo.)


RICORDATI CHE DEVI PUBBLICIZZARLO TU IL REFERENDUM... perchè non passeranno gli spot nè in Rai nè a Mediaset.

Il referendum passa se viene raggiunto il quorum.

E' necessario che vadano a votare almeno 25 milioni di persone.

Visto che :

- Il referendum non sarà pubblicizzato in TV.

- Moltissimi cittadini, non sapranno che ci sarà un referendum da votare il 12 giugno.

- I cittadini, non andranno a votare il referendum.

Vuoi che le cose non vadano a finire cosi?

pubblicizza il referendum a parenti, amici, conoscenti e non conoscenti.

Passaparola!

per maggiori info sul referendum:

http://www.tuttogreen.it/12-giugno-2011-referendum-day/




Così negli States, nella famiglia di emigranti di mamma Rachele, detta Rachelina...Più semplice di così...!

UN TUFFO AL QUORUM !!! REFERENDUM DEL 12 e 13 GIUGNO 2011 

VOTARE SI!!!!



Trailer del video- Liberato Mastrangelo e il "Chiatrone", 2008 (l fiume della "Chiena" 

nella Città di Campagna)





La storia dell'acqua in bottiglia





mercoledì 25 maggio 2011

IL PADIGLIONE ITALIA 2011 NON MI RAPPRESENTA! - ITALIAN PAVILION 2011 DOESEN’T REPRESENT ME!

Per un dibattito,  si spera, con i pro e i contro, sul Padiglione Italia di Venezia, ma soprattutto sulle Biennali Regionali-

Una delle voci dissidenti:
Mancano poco più di 10 giorni all'apertura della 54a Biennale di Venezia. E' da settimane che passo dall'euforia alla curiosità per scoprire cosa ha in serbo per noi questa importante manifestazione di arte contemporanea. Allo stesso tempo, come tanti di voi, sono sdegnata per come è stato organizzato, pensato e gestito il Padiglione Italia. Senza contare che molti artisti si sono ritrovati nelle liste ufficiali senza essere stati nè contattati nè consultati per una tale frettolosa e grossolana adesione (in massa). Ho ricevuto non poche email di artisti che chiedevano ufficialmente di essere tolti da una tale ressa confusa e disorganizzata.
Vi chiedo di unirvi con me nell'affermare che:
IL PADIGLIONE ITALIA 2011 NON MI RAPPRESENTA!

***

There are less than ten days left to the opening of the 54th Venice Biennial. It’s been weeks going from euphoria to curiosity to find out what is waiting for us in this important contemporary art event. But as many of you, I am indignant to how the Italian Pavilion has been organised, thought and managed. Not to mention the amount of artists who found out to be on the official list of artists without having been neither contacted nor consulted for such an adhesion. I received a number of e-mails from artists asking to be officially dissociated from such a confused and disorganised event.
I ask you to join with me that:
ITALIAN PAVILION 2011 DOESEN’T REPRESENT ME!





martedì 3 maggio 2011

THE LAST BOOK




THE LAST BOOK 
2 february - 29 May 2011
CURATOR: LUIS CAMNITZER
"L'Ultimo Libro" sarà esposto nella Biblioteca Aguilar della New York Public Library dal 2 di Febbraio al 29 maggio 2011. La direzione è 174 East 110th Street a New York. Questa è la terza mostra-installazione del progetto dopo Buenos Aires e Zurigo.

“The Last Book” will be on view at the Aguilar Branch of the New York Public Library from February 2 until May 29, 2011. The address is 174 East 110 Street, NYC. This is the third exhibition of the project, after Buenos Aires and Zurich.


"El Último Libro” estará expuesto en la Biblioteca Aguilar de la New York Public Library desde el 2 de Febrero al 29 de mayo de 2011. La dirección es 174 East 110th Street en Nueva York. Ésta es la tercera muestra del proyecto después de Buenos Aires y Zurich.

mercoledì 27 aprile 2011

THE INTERVIEW







Press release

THE INTERVIEW
curated by Irina Danilova and Hiram Levy


May 11 - June 26,

Reception: May 14, 5-9

SET Gallery is pleased to present The Interview, an international curatorial project that represents a group of artists of diverse backgrounds, who work in a variety of styles and medias. The only binding event is the interview initiated by the curators.
                     
The show arises from a series of interviews conducted by Irina Danilova and Hiram Levy over the course of several years with artists as they turn 59. Bringing together a group of artists sporadically formed through the years, Irina and Hiram are interested in
personal trajectories and the ways in which the social, cultural and historic intersect in life and art.

The Interview presents:

artworks by Rick Klauber (Brooklyn, NY), Sam Cady (Friendship, Maine),
Valeriy Ayzenberg (Moscow, Russia),  Gail Nathan (The Bronx, NY),
Zoya Trofimova (Cleveland, OH), Vladimir Danilov (Sudak, Ukraine)
and Mark Polyakov (NYC, NY);

along with works that reflect the phenomenology of aging, a theme suggested by the curators, by Peter Malone (Staten Island, NY), Martha Wilson (Brookyn, NY),
Angelo Riviello (Campagna- SA-NAPOLI, Italy) and Barbara Rosenthal (NYC);

and works by Fritzie Brown (NYC, NY), Konstantin K.Kuzminsky (Lordville, NY), Alberto Bursztyn (Brooklyn, NY) that were produced during the interview itself or
inspired by it.
The Interview is a continuation of conversations with artists, a visualization of project-based networking. It offers a visual and experiential representation of the intricate relationships between artists and their own personal, social and cultural histories.
SET Gallery is located at 287 3rd Ave. in Brooklyn, between Carroll and President Streets.
Subway: R train to Union Street station
Sponsor: G & E Corporation, Project 59, Inc.,Supporter: Tony Bagelz

For any inquiries about this exhibition, please contact Irina Danilova: 917-6215941

 Comunicato stampa 

L'INTERVISTA 
a cura di Irina Danilova e Hiram Levy


11 maggio-26 giugno, 

Ricezione: 14 maggio, 5-9 

SET Gallery è lieta di presentare L’Intervista un progetto curatoriale internazionale che rappresenta un gruppo di artisti di diversa estrazione, che lavorano in una varietà di stili e di media. L'unico evento vincolante è il colloquio avviato dai curatori. 



La mostra nasce da una serie di interviste condotte da Irina Danilova e Hiram Levy nel corso di diversi anni con artisti conosciuti grazie al progetto 59. Riunire sporadicamente un gruppo di artisti  formatosi nel corso degli anni, Irina e Hiram sono interessati a traiettorie personali e il modo in cui si intersecano, tra il sociale, culturale e storico nella vita e nell'arte. 


L'Intervista presenta 


opere di Rick Klauber (Brooklyn, NY), Sam Cady (Amicizia, Maine), 

Valeriy Ayzenberg (Mosca, Russia), Nathan Gail (The Bronx, NY), 

Zoya Trofimova (Cleveland, OH), Vladimir Danilov (Sudak, Ucraina) 

e Mark Polyakov (New York, NY); 


insieme ad opere che riflettono la fenomenologia di invecchiamento, un tema suggerito dai curatori, da Peter Malone (Staten Island, NY), Martha Wilson (Brookyn, NY),  Angelo Riviello (Campagna-SA-NAPOLI, Italy), and Barbara Rosenthal (NYC);



e opere di Fritzie Brown (New York, NY), Konstantin K. Kuzminsky (Lordville, NY), Alberto Bursztyn (Brooklyn, NY) che sono stati prodotti durante il colloquio stesso o 

ispirati da essa. 

L'intervista è una continuazione di conversazioni con artisti, una visualizzazione di networking basati su progetti. Essa offre una rappresentazione visiva, in base alle esperienzie acquisite nei rapporti intricati tra gli artisti e le loro storie personali, sociali e culturali. 




SET Gallery si trova a 287 3rd Ave.. a Brooklyn, tra Carroll e President Streets.

Metropolitana: R treno alla stazione di Union Street

Sponsor: G & E Corporation, Progetto 59, Inc., Supporter: Bagelz Tony



Per qualsiasi richiesta di informazioni su questa mostra, si prega di contattare Irina Danilova: 917-6215941


http://www.1fmediaproject.net/2011/05/11/the-interview-lintervista-set-gallery-n-y/

http://1995-2015.undo.net/it/mostra/119650







Alberto Bursztyn - apparecchio per il empirica

Angelo Riviello - Viagra (Ti amo)

Angelo Riviello - Viagra (Ti amo) Peter Malone - Ritratto I   
 Vladimir Danilov - Serie Golden Ratio (disegno proiettato)

Fritzie Brown - Improvisation (performance) Gail Nathan - Untitled; Snap II 
Asino d'oro (Konsantin K. Kuzminsky) Barbara Rosenthal - Maschere furto di identità
Sam Cady - Green Little Buttercup
Valeriy Ayzenberg - The Eye (video) Paesaggio (acquerello)
Peter Malone - Ritratto II Martha Wilson - Posturing: Trasformazione Age

Daily Calendar

Visualizzazioni totali

Lettori fissi

Archivio blog

Informazioni personali